ITA Il presente lavoro ha l’obiettivo di illustrare un metodo innovativo per la generazione di ortofoto, identificato dall’acronimo MAGO (Mesh Adattiva per la Generazione di Ortofoto) ed implementato in ambiente C++. Gli elementi di novità apportati da questo nuovo approccio consentono di superare alcune problematiche tipicamente riscontrabili nell’applicazione di tecniche esistenti. In particolare, i vantaggi di MAGO riguardano: (1) la possibilità di ottenere un’ortofoto alla risoluzione del GSD (Ground Sample Distance), corrispondente alla dimensione del pixel immagine originale; (2) la creazione di una mesh adattiva triangolare, generata a partire dalla nuvola di punti, in grado di rappresentare nel dettaglio la superficie dell’oggetto di interesse, da proiettare sul piano dell’ortofoto. La procedura è stata applicata al caso studio di un ponte stradale in muratura situato in provincia di Genova, per verificare le sue potenzialità nello studio dello stato fessurativo dell’arcata di valle. Una porzione della lesione maggiormente estesa è stata infatti restituita mediante due ortofoto ad alta risoluzione, generate a partire da nuvole di punti derivanti da rilievo fotogrammetrico e laser scanner. Infine, gli output sono stati analizzati e confrontati sulla base della qualità metrica finale e della fruibilità. ENG The present work aims to show an innovative method for the orthophoto generation, identified with the acronym MAGO (Adaptive Mesh for Orthophoto Generation) and implemented in C++ environment. The innovations produced by this new approach allow to overcome some problems typically observable in the application of the existing techniques. In particular, MAGO strength points are: (1) the possibility to obtain an orthophoto with the GSD (Ground Sample Distance) resolution, corresponding to the dimension of the pixel of the original image; (2) the creation of a triangular adaptive mesh, generated from the point cloud, able to represent the object of interest surface, which is projected on the orthophoto plan, in a detailed way. The procedure has been applied to the case study of a masonry road bridge in the district of Genoa, to verify its potential in the study concerning the cracking state of the downstream arch. A portion of the wider crack is reproduced by means of high resolution orthophotos, generated starting from photogrammetric and laser scanner cloud points. Finally, the outputs are analyzed and compared, on the basis of the final metrical quality and the user-friendliness.

ORTOFOTO AD ALTA RISOLUZIONE PER INDIVIDUAZIONE DI LESIONI STRUTTURALI CON “MAGO”

Gagliolo Sara
2019

Abstract

ITA Il presente lavoro ha l’obiettivo di illustrare un metodo innovativo per la generazione di ortofoto, identificato dall’acronimo MAGO (Mesh Adattiva per la Generazione di Ortofoto) ed implementato in ambiente C++. Gli elementi di novità apportati da questo nuovo approccio consentono di superare alcune problematiche tipicamente riscontrabili nell’applicazione di tecniche esistenti. In particolare, i vantaggi di MAGO riguardano: (1) la possibilità di ottenere un’ortofoto alla risoluzione del GSD (Ground Sample Distance), corrispondente alla dimensione del pixel immagine originale; (2) la creazione di una mesh adattiva triangolare, generata a partire dalla nuvola di punti, in grado di rappresentare nel dettaglio la superficie dell’oggetto di interesse, da proiettare sul piano dell’ortofoto. La procedura è stata applicata al caso studio di un ponte stradale in muratura situato in provincia di Genova, per verificare le sue potenzialità nello studio dello stato fessurativo dell’arcata di valle. Una porzione della lesione maggiormente estesa è stata infatti restituita mediante due ortofoto ad alta risoluzione, generate a partire da nuvole di punti derivanti da rilievo fotogrammetrico e laser scanner. Infine, gli output sono stati analizzati e confrontati sulla base della qualità metrica finale e della fruibilità. ENG The present work aims to show an innovative method for the orthophoto generation, identified with the acronym MAGO (Adaptive Mesh for Orthophoto Generation) and implemented in C++ environment. The innovations produced by this new approach allow to overcome some problems typically observable in the application of the existing techniques. In particular, MAGO strength points are: (1) the possibility to obtain an orthophoto with the GSD (Ground Sample Distance) resolution, corresponding to the dimension of the pixel of the original image; (2) the creation of a triangular adaptive mesh, generated from the point cloud, able to represent the object of interest surface, which is projected on the orthophoto plan, in a detailed way. The procedure has been applied to the case study of a masonry road bridge in the district of Genoa, to verify its potential in the study concerning the cracking state of the downstream arch. A portion of the wider crack is reproduced by means of high resolution orthophotos, generated starting from photogrammetric and laser scanner cloud points. Finally, the outputs are analyzed and compared, on the basis of the final metrical quality and the user-friendliness.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
GaglioloS_preprint.pdf

accesso chiuso

Tipologia: Documento in Pre-print
Dimensione 1.22 MB
Formato Adobe PDF
1.22 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11567/978706
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact