« “Come patina d’argento su un coccio di creta”. Donne e delazione nella società antica»