Questo volume, pubblicato in russo nel 2008, è uno strumento indispensabile per chi si occupi del rapporto tra letteratura, comicità e paradosso. Si tratta di uno dei rari tentativi di affrontare l’umorismo verbale e letterario in chiave interdisciplinare e di giungere a sintesi il più possibile attualizzata e ‘formale’ delle fondamentali teorie novecentesche (quelle di Bergson, Freud, Pirandello, Raskin). La cruciale opposizione tra “comicità” e “umorismo” su cui si fonda la teoria pirandelliana è qui argomentata attraverso l’opera di Sergej Dovlatov, esemplare rappresentante dell’umorismo letterario novecentesco. Alla riflessione epistemologica sul rapporto tra letteratura e “scienza della letteratura”, segue una sintesi tipologica delle principali posizioni teoriche sullo “humor” e un ‘riordino terminologico’ basato sul nesso tra tipologia del testo e funzione estetico-cognitiva. La dettagliata analisi dell’opera di Dovlatov evidenzia i tratti che accomunano l’umorismo paradossale alla tradizione ebraico-orientale e all’aforistica dei kōan Zen. Chiude il saggio un capitolo dedicato alla traduzione dell’opera di Dovlatov in italiano che offre un primo tentativo di approccio tipologico-formale alla riformulazione interlinguistica dei testi umoristici.

I meccanismi dell'umorismo. Dalla teoria pirandelliana all'opera di Sergej Dovlatov

laura salmon
2018

Abstract

Questo volume, pubblicato in russo nel 2008, è uno strumento indispensabile per chi si occupi del rapporto tra letteratura, comicità e paradosso. Si tratta di uno dei rari tentativi di affrontare l’umorismo verbale e letterario in chiave interdisciplinare e di giungere a sintesi il più possibile attualizzata e ‘formale’ delle fondamentali teorie novecentesche (quelle di Bergson, Freud, Pirandello, Raskin). La cruciale opposizione tra “comicità” e “umorismo” su cui si fonda la teoria pirandelliana è qui argomentata attraverso l’opera di Sergej Dovlatov, esemplare rappresentante dell’umorismo letterario novecentesco. Alla riflessione epistemologica sul rapporto tra letteratura e “scienza della letteratura”, segue una sintesi tipologica delle principali posizioni teoriche sullo “humor” e un ‘riordino terminologico’ basato sul nesso tra tipologia del testo e funzione estetico-cognitiva. La dettagliata analisi dell’opera di Dovlatov evidenzia i tratti che accomunano l’umorismo paradossale alla tradizione ebraico-orientale e all’aforistica dei kōan Zen. Chiude il saggio un capitolo dedicato alla traduzione dell’opera di Dovlatov in italiano che offre un primo tentativo di approccio tipologico-formale alla riformulazione interlinguistica dei testi umoristici.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
umorismo_definitivo.pdf

accesso chiuso

Descrizione: volume in pdf
Tipologia: Documento in versione editoriale
Dimensione 5.91 MB
Formato Adobe PDF
5.91 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/906183
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact