I cattolici e la Grande Guerra: Filippo Guerrieri