QUARTA DI COPERTINA Il diavolo e il feticismo della merce è ormai un classico dell’antropologia contemporanea. Michael Taussig, antropologo australiano, in questo libro esplora il significato sociale della figura del diavolo nel folklore diffuso tra i lavoratori delle piantagioni e tra i minatori in Sud America. La trasformazione del male in feticcio, attraverso l’immagine del diavolo, fa da mediazione al conflitto tra forme di oggettivazione dell’essere umano che precedono e seguono l’avvento del capitalismo. Emergono così i nessi tra le narrative locali fondate sul «patto col diavolo», nelle quali l’anima è barattata per un potere transitorio, e i modi in cui la produzione capitalistica trasforma i lavoratori in soggetti «alienati» dai beni dei quali sono i produttori. Strumenti centrali della critica marxista, quali i concetti di mercificazione e di alienazione, si traducono in questo libro in un racconto sul capitalismo e le strategie di resistenza per non soccombervi, a cavallo fra la fine del mondo contadino e l’avvento del mondo salariato.

Il diavolo e il feticismo della merce. Antropologia dell’alienazione nel «patto col diavolo».

Alessia Solerio;Emanuele Fabiano;Stefania Consigliere
2017

Abstract

QUARTA DI COPERTINA Il diavolo e il feticismo della merce è ormai un classico dell’antropologia contemporanea. Michael Taussig, antropologo australiano, in questo libro esplora il significato sociale della figura del diavolo nel folklore diffuso tra i lavoratori delle piantagioni e tra i minatori in Sud America. La trasformazione del male in feticcio, attraverso l’immagine del diavolo, fa da mediazione al conflitto tra forme di oggettivazione dell’essere umano che precedono e seguono l’avvento del capitalismo. Emergono così i nessi tra le narrative locali fondate sul «patto col diavolo», nelle quali l’anima è barattata per un potere transitorio, e i modi in cui la produzione capitalistica trasforma i lavoratori in soggetti «alienati» dai beni dei quali sono i produttori. Strumenti centrali della critica marxista, quali i concetti di mercificazione e di alienazione, si traducono in questo libro in un racconto sul capitalismo e le strategie di resistenza per non soccombervi, a cavallo fra la fine del mondo contadino e l’avvento del mondo salariato.
978-88-6548-191-2
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
167 Taussig DERIVE APPRODI.pdf

accesso chiuso

Descrizione: Versione a stampa, testo completo
Tipologia: Documento in Post-print
Dimensione 4.46 MB
Formato Adobe PDF
4.46 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/891540
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact