Egon Friedell e la Grande Guerra: una questione aperta