Franz Grillparzer was, in the middle years of the Nineteenth Century, the ‘official’ interpreter of the Hapsburg Austria, of which he celebrated a moral mission of tolerance and reconcilement, encoding such values in solemn tragedies of a neoclassical taste. That brought little by little, however, to the crystallization of that only interpretation which was too quickly sanctioned. This volume, to which there are different essays, want to bring an expected input to the renewal of that idea, both discovering under the cold marble lines some ‘warmth’ which, even if hidden, exists; and analyzing the dialectical trouble of a writer not nearly surrendered to conformism.

Franz Grillparzer fu, negli anni centrali dell’Ottocento, l’interprete ‘ufficiale’ dell’Austria absburgica, della quale celebrò una missione morale di tolleranza e conciliazione, codificando tali principi in solenni tragedie di gusto neoclassico. Ma ciò portò via via alla cristallizzazione di quell’unica interpretazione troppo precocemente canonizzante. Il presente volume, articolato in una serie di saggi, intende apportare un atteso contributo al rinnovamento di quell’immagine, sia ritrovando, sotto le fredde linee marmoree un ‘calore’ che, magari nascosto, pure c’è; sia analizzando il travaglio dialettico di uno scrittore tutt’altro che arreso al conformismo.

Franz Grillparzer, disegni e problemi

DACREMA, NICOLETTA
2000

Abstract

Franz Grillparzer fu, negli anni centrali dell’Ottocento, l’interprete ‘ufficiale’ dell’Austria absburgica, della quale celebrò una missione morale di tolleranza e conciliazione, codificando tali principi in solenni tragedie di gusto neoclassico. Ma ciò portò via via alla cristallizzazione di quell’unica interpretazione troppo precocemente canonizzante. Il presente volume, articolato in una serie di saggi, intende apportare un atteso contributo al rinnovamento di quell’immagine, sia ritrovando, sotto le fredde linee marmoree un ‘calore’ che, magari nascosto, pure c’è; sia analizzando il travaglio dialettico di uno scrittore tutt’altro che arreso al conformismo.
Franz Grillparzer was, in the middle years of the Nineteenth Century, the ‘official’ interpreter of the Hapsburg Austria, of which he celebrated a moral mission of tolerance and reconcilement, encoding such values in solemn tragedies of a neoclassical taste. That brought little by little, however, to the crystallization of that only interpretation which was too quickly sanctioned. This volume, to which there are different essays, want to bring an expected input to the renewal of that idea, both discovering under the cold marble lines some ‘warmth’ which, even if hidden, exists; and analyzing the dialectical trouble of a writer not nearly surrendered to conformism.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11567/885614
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact