'Tutto saltella in modo velociferino': il mondo della percezione e la nascita della geopolitica