Quando il dover mangiare in modo diverso complica le relazioni sociali