Sulla base di un riesame della documentazione relativa all’area siro-palestinese e soprattutto fenicia, più ricca di altre sia sul piano letterario (Eusebio di Cesarea e Sozomeno) che archeologico-epigrafico, si valutano le posizioni dei diversi imperatori del IV secolo d. C., da Costantino in poi, di fronte alla sopravvivenza dei culti e dei templi pagani della regione e alla resistenza che molte delle popolazioni locali, nelle città e nelle campagne, opposero alla progressiva affermazione della fede cristiana.

La politica religiosa dei primi imperatori cristiani e gli edifici sacri della Siria-Palestina

GAGGERO, GIANFRANCO
2014

Abstract

Sulla base di un riesame della documentazione relativa all’area siro-palestinese e soprattutto fenicia, più ricca di altre sia sul piano letterario (Eusebio di Cesarea e Sozomeno) che archeologico-epigrafico, si valutano le posizioni dei diversi imperatori del IV secolo d. C., da Costantino in poi, di fronte alla sopravvivenza dei culti e dei templi pagani della regione e alla resistenza che molte delle popolazioni locali, nelle città e nelle campagne, opposero alla progressiva affermazione della fede cristiana.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/773929
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact