Il bacino del Nilo:modello di cooperazione o di precario equilibrio internazionale?