Questa fu realizzata su disegno di Pier Luigi Nervi che, in collaborazione con Antonio Nervi, risultò il vincitore del concorso indetto dalla Direzione Generale della Viabilità Ordinaria e delle nuove Costruzioni Ferroviarie del Ministero dei Lavori Pubblici. Nel luglio 1959 fu posata la prima pietra e nel settembre 1962 fu inaugurata la nuova stazione; questa tuttavia per alcuni anni assolse solo la funzione di ospitare il Reparto Commerciale Traffico e la Scuola Professionale per ferrovieri neo-assunti poichè, non essendo stato realizzato il raddoppio della linea fino alla seconda metà degli anni Settanta, il traffico ferroviario continuava a essere assorbito dalla vecchia stazione. Nel 1977 la stazione del Letimbro fu dismessa e rapidamente demolita in favore della nuova stazione Mongrifone. Oggi l’impianto comprende oltre 20 km di binari, un nuovo parco merci a piazza Doria con 26 km di binari e il raccordo con l’area portuale.

Stazione ferroviaria di Savona

DE MAESTRI, SARA;VECCHIATTINI, RITA
2007-01-01

Abstract

Questa fu realizzata su disegno di Pier Luigi Nervi che, in collaborazione con Antonio Nervi, risultò il vincitore del concorso indetto dalla Direzione Generale della Viabilità Ordinaria e delle nuove Costruzioni Ferroviarie del Ministero dei Lavori Pubblici. Nel luglio 1959 fu posata la prima pietra e nel settembre 1962 fu inaugurata la nuova stazione; questa tuttavia per alcuni anni assolse solo la funzione di ospitare il Reparto Commerciale Traffico e la Scuola Professionale per ferrovieri neo-assunti poichè, non essendo stato realizzato il raddoppio della linea fino alla seconda metà degli anni Settanta, il traffico ferroviario continuava a essere assorbito dalla vecchia stazione. Nel 1977 la stazione del Letimbro fu dismessa e rapidamente demolita in favore della nuova stazione Mongrifone. Oggi l’impianto comprende oltre 20 km di binari, un nuovo parco merci a piazza Doria con 26 km di binari e il raccordo con l’area portuale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11567/543064
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact