Costituzioni e razionalizzazione: in medio stat virtus?