"La guerra penetrata nell'ossa": qualche osservazione su poesia e guerra