Il contributo di Nazareno Fabbretti a una teologia animale