De Amicis, il socialismo e il "Primo Maggio"