San Bonaventura: la felicità alla luce dello statuto ontologico dell'"homo viator"