“Una consultazione transculturale”