(Ri)pensare l’alterità in una prospettiva ermeneutica