"Il malato terminale e la capacità di testare"