Le "spaventose immagini": i Trucioli di Camillo Sbarbaro