La critica della società contemporanea: Max Horkheimer