Professionalism and experimentation are the key concepts of the following research and are identified from a feeling of adherence to the work of Robaldo Morozzo della Rocca, architect born in Turin, educated in Rome and based in Genoa. Through the critical definition of the dimensions and the features of Morozzo's work (observed within his social, cultural, economic and political framework) – the work aims to decipher both the newness and the contemporary feasibility of na un-programmatic, free and disenchanted approach that nonetheless is always characterized by a cultured methodological-professional coherence. The following contribution to the critical debate around the definition of modern architecture, takes its cue from the observation of a basic condition, detectable in the work of Morozzo, which we will define post-ideological for the linguistic autonomy from any external conditioning. A sort of sui generis professionalism, made up of design itineraries that are hardly recognizable and can never be summarized in an univocal image, which make it an unreliable 'product' for historiography. Morozzo appears as an irregular figure, individualistic, syncretic, simultaneously rigorous and arbitrary, complex and contradictory, sophisticated and popular that makes Genoa a particular observation point for the transformation of the reality and an intimate laboratory of formal experimentation in the field of architecture.

Professionismo e sperimentazione, concetti cardine di questa ricerca, vengono individuati e scaturiscono da un sentimento di adesione all’opera di Robaldo Morozzo della Rocca, architetto nato a Torino, formatosi a Roma e attivo prevalentemente a Genova. Attraverso la definizione critica della dimensione e dei caratteri dell’opera di Morozzo – osservata all’interno del suo quadro sociale, culturale, economico, politico – il lavoro ha l’ambizione di decifrare l’attualità e l’attuabilità contemporanea di un approccio non programmatico, libero e disincantato ma pur sempre connotato da una colta coerenza metodologico-professionale. Questo contributo al dibattito critico intorno alla definizione di architettura moderna, prende le mosse dalla constatazione di una condizione di base, rilevabile nell’opera di Morozzo, che definiremo postideologica per l’autonomia del linguaggio rispetto a qualunque condizionamento esterno. Un professionismo sui generis, fatto di itinerari progettuali poco riconoscibili e mai racchiudibili in un’immagine univoca, che lo rendono un ‘prodotto’ inaffidabile per la storiografia. Figura irregolare, individualista, sincretica, contemporaneamente rigorosa e arbitraria, complessa e contraddittoria, sofisticata e popolare Morozzo rende Genova un particolare punto di osservazione della realtà e un intimo laboratorio di sperimentazione formale nel campo dell’architettura.

Professionismo e sperimentazione. Robaldo Morozzo della Rocca, Genova, il Novecento.

PASSAMONTI, STEFANO
2022-12-14

Abstract

Professionismo e sperimentazione, concetti cardine di questa ricerca, vengono individuati e scaturiscono da un sentimento di adesione all’opera di Robaldo Morozzo della Rocca, architetto nato a Torino, formatosi a Roma e attivo prevalentemente a Genova. Attraverso la definizione critica della dimensione e dei caratteri dell’opera di Morozzo – osservata all’interno del suo quadro sociale, culturale, economico, politico – il lavoro ha l’ambizione di decifrare l’attualità e l’attuabilità contemporanea di un approccio non programmatico, libero e disincantato ma pur sempre connotato da una colta coerenza metodologico-professionale. Questo contributo al dibattito critico intorno alla definizione di architettura moderna, prende le mosse dalla constatazione di una condizione di base, rilevabile nell’opera di Morozzo, che definiremo postideologica per l’autonomia del linguaggio rispetto a qualunque condizionamento esterno. Un professionismo sui generis, fatto di itinerari progettuali poco riconoscibili e mai racchiudibili in un’immagine univoca, che lo rendono un ‘prodotto’ inaffidabile per la storiografia. Figura irregolare, individualista, sincretica, contemporaneamente rigorosa e arbitraria, complessa e contraddittoria, sofisticata e popolare Morozzo rende Genova un particolare punto di osservazione della realtà e un intimo laboratorio di sperimentazione formale nel campo dell’architettura.
Professionalism and experimentation are the key concepts of the following research and are identified from a feeling of adherence to the work of Robaldo Morozzo della Rocca, architect born in Turin, educated in Rome and based in Genoa. Through the critical definition of the dimensions and the features of Morozzo's work (observed within his social, cultural, economic and political framework) – the work aims to decipher both the newness and the contemporary feasibility of na un-programmatic, free and disenchanted approach that nonetheless is always characterized by a cultured methodological-professional coherence. The following contribution to the critical debate around the definition of modern architecture, takes its cue from the observation of a basic condition, detectable in the work of Morozzo, which we will define post-ideological for the linguistic autonomy from any external conditioning. A sort of sui generis professionalism, made up of design itineraries that are hardly recognizable and can never be summarized in an univocal image, which make it an unreliable 'product' for historiography. Morozzo appears as an irregular figure, individualistic, syncretic, simultaneously rigorous and arbitrary, complex and contradictory, sophisticated and popular that makes Genoa a particular observation point for the transformation of the reality and an intimate laboratory of formal experimentation in the field of architecture.
Professionismo; sperimentazione; architettura; Novecento; Robaldo Morozzo della Rocca; moderno; modernismo; razionalismo; razionale; Genova; post ideologico; critica operativa; neoliberty; ambiente; laboratorio; risonanza; autonomia; figurativo; astrazione; materialità; espressionismo; popolare; sincretico; irregolare; contraddittorio; rigoroso; paternità; opera d'arte
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
phdunige_4608947.pdf

embargo fino al 14/12/2023

Tipologia: Tesi di dottorato
Dimensione 19.17 MB
Formato Adobe PDF
19.17 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11567/1101376
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact