The thesis aims to study the perception of the sense of immersion in music in binaural format, with the target of improving the listening experience and comparing it with the music listened to in stereophonic format. Through an analysis of the basics of the physics of sound and psychoacoustics, the essay wants to illustrate which technologies allow immersive music to be produced. In this regard, both the history of sound reproduction techniques and the tools currently available will be examined to allow the scientific community to have a complete picture of today's resources. The combination of music and spatial audio is constantly growing with the passage of the years, which is why the text also aims to highlight the main research problems and the necessary standards on which to focus any future works. The essay ends with an experiment that compares two different types of song mixes: a stereo version and a binaural format version, processed through the Digital Audio Workstation Logic Pro X and the Dolby Atmos Production Suite. The results will bring interesting evidence in favor of the binaural format version and various suggestions on future developments.

La tesi si propone di studiare la percezione del senso di immersività nella musica in formato binaurale, con l’obiettivo di migliorare l’esperienza d’ascolto e metterla a confronto con la musica ascoltata in formato stereofonico. Attraverso un’analisi delle basi della fisica del suono e della psicoacustica, il saggio vuole illustrare quali sono le tecnologie che permettono alla musica immersiva di essere prodotta. A tal proposito verranno presi in esame sia la storia delle tecniche di riproduzione sonora, che gli strumenti attualmente disponibili, per permettere alla comunità scientifica di avere un quadro completo sulle risorse odierne. Il binomio tra musica e spatial audio è in continua crescita con il passare del tempo, per questo il testo si propone anche di evidenziare quali sono i principali problemi di ricerca e gli standard necessari sui quali concentrare eventuali prossimi lavori. Il saggio si conclude con un esperimento che mette a confronto due differenti tipologie di mix di una canzone: una versione stereofonica e una versione in formato binaurale, processata tramite la Digital Audio Workstation Logic Pro X e la Dolby Atmos Production Suite. I risultati porteranno delle evidenze interessanti a favore della versione in formato binaurale e diverse suggestioni sugli sviluppi futuri.

Musica Immersiva in Formato Binaurale

DE SOTGIU, ANDREA
2022-07-11

Abstract

La tesi si propone di studiare la percezione del senso di immersività nella musica in formato binaurale, con l’obiettivo di migliorare l’esperienza d’ascolto e metterla a confronto con la musica ascoltata in formato stereofonico. Attraverso un’analisi delle basi della fisica del suono e della psicoacustica, il saggio vuole illustrare quali sono le tecnologie che permettono alla musica immersiva di essere prodotta. A tal proposito verranno presi in esame sia la storia delle tecniche di riproduzione sonora, che gli strumenti attualmente disponibili, per permettere alla comunità scientifica di avere un quadro completo sulle risorse odierne. Il binomio tra musica e spatial audio è in continua crescita con il passare del tempo, per questo il testo si propone anche di evidenziare quali sono i principali problemi di ricerca e gli standard necessari sui quali concentrare eventuali prossimi lavori. Il saggio si conclude con un esperimento che mette a confronto due differenti tipologie di mix di una canzone: una versione stereofonica e una versione in formato binaurale, processata tramite la Digital Audio Workstation Logic Pro X e la Dolby Atmos Production Suite. I risultati porteranno delle evidenze interessanti a favore della versione in formato binaurale e diverse suggestioni sugli sviluppi futuri.
The thesis aims to study the perception of the sense of immersion in music in binaural format, with the target of improving the listening experience and comparing it with the music listened to in stereophonic format. Through an analysis of the basics of the physics of sound and psychoacoustics, the essay wants to illustrate which technologies allow immersive music to be produced. In this regard, both the history of sound reproduction techniques and the tools currently available will be examined to allow the scientific community to have a complete picture of today's resources. The combination of music and spatial audio is constantly growing with the passage of the years, which is why the text also aims to highlight the main research problems and the necessary standards on which to focus any future works. The essay ends with an experiment that compares two different types of song mixes: a stereo version and a binaural format version, processed through the Digital Audio Workstation Logic Pro X and the Dolby Atmos Production Suite. The results will bring interesting evidence in favor of the binaural format version and various suggestions on future developments.
binaural; spatial audio; immersive; immersive music; music; computer music; dolby atmos; ambisonics;
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
phdunige_3803956.pdf

accesso aperto

Descrizione: Phd Thesis - Andrea De Sotgiu - Musica Immersiva in Formato Binaurale
Tipologia: Tesi di dottorato
Dimensione 4.85 MB
Formato Adobe PDF
4.85 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/1090954
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact