La “bottega” di Federico Barocci. Gli strumenti digitali per studiare il disegno e l’opera