Fare spazio: una strategia di rappresentazione della violenza