Le tecnologie informatiche rappresentano un elemento imprescindibile non solo delle avanguardie artistiche e narrative, ma dell’intera compagine immaginativa degli anni Ottanta del secolo scorso. In particolare sono l’incontro e l’intreccio tra il digitale e la dimensione ludica a creare suggestioni narrative nuove, quasi completamente inedite delle quali il genere cyberpunk e i ‘videogame narrativi’ sono la rappresentazione più evidente e, al tempo stesso, interessante. Accanto alle tecnologie informatiche, altro elemento imprescindibile della narrazione degli «Hateful Eighties» è rappresentata dalla partecipazione collettiva: un tipo di collegialità diffusa a livello politico, musicale, artistico, comunicativo e, in genere, sociale. All’interno di questo contesto ‘in divenire’ si muove anche la compagine più avanzata della letteratura per l’infanzia nella quale la scrittura viene scomposta, aggiornata, a tratti reinventata, cercando anche all’interno della carta stampata quell’interattività e quell’esigenza ‘combinatoria’ e citazionistica tipica di tutte le avanguardie dell’epoca.

Metamorfosi ludiche. Il videogame e la ‘serietà’ del gioco

Anna Antoniazzi
2021

Abstract

Le tecnologie informatiche rappresentano un elemento imprescindibile non solo delle avanguardie artistiche e narrative, ma dell’intera compagine immaginativa degli anni Ottanta del secolo scorso. In particolare sono l’incontro e l’intreccio tra il digitale e la dimensione ludica a creare suggestioni narrative nuove, quasi completamente inedite delle quali il genere cyberpunk e i ‘videogame narrativi’ sono la rappresentazione più evidente e, al tempo stesso, interessante. Accanto alle tecnologie informatiche, altro elemento imprescindibile della narrazione degli «Hateful Eighties» è rappresentata dalla partecipazione collettiva: un tipo di collegialità diffusa a livello politico, musicale, artistico, comunicativo e, in genere, sociale. All’interno di questo contesto ‘in divenire’ si muove anche la compagine più avanzata della letteratura per l’infanzia nella quale la scrittura viene scomposta, aggiornata, a tratti reinventata, cercando anche all’interno della carta stampata quell’interattività e quell’esigenza ‘combinatoria’ e citazionistica tipica di tutte le avanguardie dell’epoca.
978-88-3618-062-2
978-88-3618-063-9
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Metamorfosi ludiche.pdf

accesso chiuso

Descrizione: pdf del contributo
Tipologia: Documento in versione editoriale
Dimensione 1.12 MB
Formato Adobe PDF
1.12 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/1046482
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact