We often believe to think with our mind, but it is not true in reality. We are human beings, and we grow up in a dual mode, at minimum. During our nine months of live, we feel like our mother, we hear her bit heart and we walk together. We are dual, and during our future life, outside of her womb, we will try to find a partner, to remain dual. In this way, our mind learns to think in a social, cultural way, because we came to life not alone, with emotions and thoughts coming from our mother. We are programmed to live in a social way, and when we are alone, or we fell alone, we become suffering. In the same way, our world, objects and situations experiences, with their products, are the outcome of a mentality, the culture results we share. Design, and all its products, are the work of this way of thinking, that is a real world vision, where persons and objects live together, and where Design becomes expressions of our mentality. Forms, colours, materials of Design are all culture and mind expressions, and in this article we find to understand how we can utilize some cultural and mind categories to encourage a design, that highlights cultural specificities and, at the same time, promotes them in the global market.

Molto spesso crediamo di pensare solo con la nostra mente, ma in realtà non è così. Come esseri umani, specie Homo Sapiens sapiens, cresciamo dualmente, ossia in una dimensione biologica e mentale binaria. Durante i nostri mesi di vita intrauterina, infatti sentiamo nostra madre, in tutte le sue manifestazioni mentali, fisiologiche e psicologiche. E nella nostra vita futura, usciti dal grembo materno, cercheremo,con il nostro partner, di ripercorrere il benessere affettivo che abbiamo sperimentato con nostra madre. Siamo programmati per vivere socialmente, e quando ci sentiamo soli, andiamo in sofferenza. Questa abitudine, biologicamente determinata, alla relazione sociale si manifesta culturalmente come mentalità, con la quale interpretiamo oggetti, situazioni, eventi e, dunque, anche il Design. Ecco perché nel Design è rinvenibile una visione del mondo che appartiene a quella cultura all’interno della quale il Design stesso si esprime. In questo contributo, si cercherà di comprendere come sia possibile utilizzare i contenuti della cultura nella progettazione di Design, per evidenziare le specificità culturali che il prodotto contiene e proporre una ulteriore dimensione globale.

Dual_mind: from culture to design - Dual_mente: dalla cultura al design

alessandro bertirotti
In corso di stampa

Abstract

Molto spesso crediamo di pensare solo con la nostra mente, ma in realtà non è così. Come esseri umani, specie Homo Sapiens sapiens, cresciamo dualmente, ossia in una dimensione biologica e mentale binaria. Durante i nostri mesi di vita intrauterina, infatti sentiamo nostra madre, in tutte le sue manifestazioni mentali, fisiologiche e psicologiche. E nella nostra vita futura, usciti dal grembo materno, cercheremo,con il nostro partner, di ripercorrere il benessere affettivo che abbiamo sperimentato con nostra madre. Siamo programmati per vivere socialmente, e quando ci sentiamo soli, andiamo in sofferenza. Questa abitudine, biologicamente determinata, alla relazione sociale si manifesta culturalmente come mentalità, con la quale interpretiamo oggetti, situazioni, eventi e, dunque, anche il Design. Ecco perché nel Design è rinvenibile una visione del mondo che appartiene a quella cultura all’interno della quale il Design stesso si esprime. In questo contributo, si cercherà di comprendere come sia possibile utilizzare i contenuti della cultura nella progettazione di Design, per evidenziare le specificità culturali che il prodotto contiene e proporre una ulteriore dimensione globale.
We often believe to think with our mind, but it is not true in reality. We are human beings, and we grow up in a dual mode, at minimum. During our nine months of live, we feel like our mother, we hear her bit heart and we walk together. We are dual, and during our future life, outside of her womb, we will try to find a partner, to remain dual. In this way, our mind learns to think in a social, cultural way, because we came to life not alone, with emotions and thoughts coming from our mother. We are programmed to live in a social way, and when we are alone, or we fell alone, we become suffering. In the same way, our world, objects and situations experiences, with their products, are the outcome of a mentality, the culture results we share. Design, and all its products, are the work of this way of thinking, that is a real world vision, where persons and objects live together, and where Design becomes expressions of our mentality. Forms, colours, materials of Design are all culture and mind expressions, and in this article we find to understand how we can utilize some cultural and mind categories to encourage a design, that highlights cultural specificities and, at the same time, promotes them in the global market.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/1008156
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact