Domenico Piola tra retorica e razionalità