Riforma dei partiti? Solo a parole