«Senza miserie di partiti»: appunti sul mito risorgimentale del salotto Maffei