Lettura analitica del canto XII della "Secchia rapita" di A. Tassoni, con particolare attenzione ai topoi degli ultimi canti dei poemi epico-cavallereschi, alla loro ripresa e deformazione eroicomica, alle figure dei vari protagonisti e alle loro imprese in parodia con i modelli della tradizione epica (scontri campali, singolari tenzoni, duelli finali, oratoria bellica e retorica diplomatica, ecc.). La lettura individua nei dettagli del canto la poetica del "drappo cangiante" che soggiace al capolavoro tassoniano osservando il funzionamento dello schema di citazione/rovesciamento particolarmente evidente nella chiusura di dimessa comicità.

Lettura della "Secchia rapita". Canto XII

Q. Marini
2016

Abstract

Lettura analitica del canto XII della "Secchia rapita" di A. Tassoni, con particolare attenzione ai topoi degli ultimi canti dei poemi epico-cavallereschi, alla loro ripresa e deformazione eroicomica, alle figure dei vari protagonisti e alle loro imprese in parodia con i modelli della tradizione epica (scontri campali, singolari tenzoni, duelli finali, oratoria bellica e retorica diplomatica, ecc.). La lettura individua nei dettagli del canto la poetica del "drappo cangiante" che soggiace al capolavoro tassoniano osservando il funzionamento dello schema di citazione/rovesciamento particolarmente evidente nella chiusura di dimessa comicità.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/885709
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact