Lo sviluppo delle relazioni internazionali degli architetti italiani negli anni '20-'30 del Novecento, assunte come nodo storico-critico di alta complessità e poliedricità. L'industria italiana delle costruzioni esaminata attraverso il pensiero e le opere di Piacentini, Pagano, Persico, Terragni, Barrdi, Olivetti, Piccinato, Albini, BBPR, Figini e Pollini, Ridolfi, Mazzoni, Libera, Capponi, Vaccro, Ponti.

L'architettura italiana nel Movimento Moderno, 1926-1945

SPESSO, MARCO
2017

Abstract

Lo sviluppo delle relazioni internazionali degli architetti italiani negli anni '20-'30 del Novecento, assunte come nodo storico-critico di alta complessità e poliedricità. L'industria italiana delle costruzioni esaminata attraverso il pensiero e le opere di Piacentini, Pagano, Persico, Terragni, Barrdi, Olivetti, Piccinato, Albini, BBPR, Figini e Pollini, Ridolfi, Mazzoni, Libera, Capponi, Vaccro, Ponti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11567/885042
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact