Separazione dei poteri e cultura dei diritti