Il problema del male tra cristocentrismo e filosofia