Si analizza la poco conosciuta tragicommedia del fiorentino G.A. Ridolfi come esempio di testo scenico per accademie in cui all'encomio si unisce la volontà del letterato di interagire con l'educazione del signore, in questo caso Carlo Barberini

Una tragicommedia per la buona educazione. "La tromba d’Ulisse" (1641) di Giulio Antonio Ridolfi.

MORANDO, SIMONA
2012

Abstract

Si analizza la poco conosciuta tragicommedia del fiorentino G.A. Ridolfi come esempio di testo scenico per accademie in cui all'encomio si unisce la volontà del letterato di interagire con l'educazione del signore, in questo caso Carlo Barberini
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11567/511319
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact