Numerosi inquinanti organici, tra cui i policlorinati bifenili (PCB) hanno la capacita di bioaccumularsi nei tessuti dei pesci e di interferire con il loro sistema endocrino determinando alterazioni soprattutto a carico del sistema riproduttivo e sistema nervoso. L’accumulo di tali sostanze nei tessuti dei prodotti ittici, direttamente dall’ambiente o indirettamente attraverso i mangimi, costituisce inoltre un potenziale rischio anche per la salute del consumatore. La spigola, Dicentrarchus labrax, e una delle specie marine piu diffuse nell’acquicoltura mediterranea e l’Italia risulta esserne il principale consumatore europeo. Scopo di questo studio e stato quello di monitorare la concentrazione di PCB-diossino simili (DL-PCB) e non (NDL-PCB) nel muscolo di spigole (n=10) campionate a fine ingrasso in due diversi tipi di allevamento: 1) offshore e 2) in-shore durante la stagione invernale negli anni 2009 e 2010 e di confrontare i dati chimici con un pattern di endpoints morfologici rilevati nel tessuto epatico e con l’attività della Glutatione-S-Transferasi (GST), enzima coinvolto nella fase II della biotrasformazione di sostanze xenobiotiche e non. A questo scopo, campioni di muscolo sono stati rapidamente congelati per l’analisi di DL-PCBs e NDLPCBs in gas-cromatografia accoppiata alla spettrometria di massa ad alta risoluzione mediante il metodo della diluizione isotopica. I fegati sono stati in parte fissati in liquido di Bouin e processati per le successive analisi morfologiche e in parte immediatamente congelati a -80°C per la misura spettrofotometrica dell’attività della GST, osservando l’ossidazione del glutatione ridotto a 340 nm. Le concentrazioni di DL-PCB e NDL-PCB, calcolate sia sul peso fresco che sul contenuto di grasso sono risultate sempre sotto i limiti di legge previsti per i composti diossino-simili nella carne di pesce (8 pg TEQ/g pesce) in entrambi i siti. Tuttavia valori mediamente superiori di un fattore 2-3 sono stati osservati nei campioni provenienti dal sito 2 e le concentrazioni medie, espresse come Σ6NDL-PCB sono risultate pari a 196,29 e 460,94 ng/g di grasso rispettivamente per il sito 1 e 2 nell’inverno 2009 e 78,49 e 265,43 ng/g di grasso rispettivamente per il sito 1 e 2 nell’inverno 2010. E interessante osservare che tra i due siti esiste anche una differenza qualitativa di contaminazione, in quanto nel sito 1 sono maggiormente presenti PCB alti clorurati, mentre nel sito 2 i PCB bassi clorurati. L’attivita della GST epatica (riferita al solo campionamento 2010) e risultata significativamente (p<0.05) piu elevata nelle spigole provenienti dal sito 2, caratterizzate dalla presenza di una piu elevata concentrazione di NDL-PCB nel muscolo. Per chiarire l’apparente antitesi con i dati di letteratura che riportano una inibizione della GST al crescere della concentrazione dei PCB sono in corso studi per la valutazione quantitativa dell’enzima e della sua espressione.

Policlorobifenili e misura della attività dell’enzima Glutatione-S-Transferasi in spigole di allevamento

S. Ravera;CEVASCO, ALESSANDRA;MASSARI, ALESSANDRA;MANDICH, ALBERTA
2010

Abstract

Numerosi inquinanti organici, tra cui i policlorinati bifenili (PCB) hanno la capacita di bioaccumularsi nei tessuti dei pesci e di interferire con il loro sistema endocrino determinando alterazioni soprattutto a carico del sistema riproduttivo e sistema nervoso. L’accumulo di tali sostanze nei tessuti dei prodotti ittici, direttamente dall’ambiente o indirettamente attraverso i mangimi, costituisce inoltre un potenziale rischio anche per la salute del consumatore. La spigola, Dicentrarchus labrax, e una delle specie marine piu diffuse nell’acquicoltura mediterranea e l’Italia risulta esserne il principale consumatore europeo. Scopo di questo studio e stato quello di monitorare la concentrazione di PCB-diossino simili (DL-PCB) e non (NDL-PCB) nel muscolo di spigole (n=10) campionate a fine ingrasso in due diversi tipi di allevamento: 1) offshore e 2) in-shore durante la stagione invernale negli anni 2009 e 2010 e di confrontare i dati chimici con un pattern di endpoints morfologici rilevati nel tessuto epatico e con l’attività della Glutatione-S-Transferasi (GST), enzima coinvolto nella fase II della biotrasformazione di sostanze xenobiotiche e non. A questo scopo, campioni di muscolo sono stati rapidamente congelati per l’analisi di DL-PCBs e NDLPCBs in gas-cromatografia accoppiata alla spettrometria di massa ad alta risoluzione mediante il metodo della diluizione isotopica. I fegati sono stati in parte fissati in liquido di Bouin e processati per le successive analisi morfologiche e in parte immediatamente congelati a -80°C per la misura spettrofotometrica dell’attività della GST, osservando l’ossidazione del glutatione ridotto a 340 nm. Le concentrazioni di DL-PCB e NDL-PCB, calcolate sia sul peso fresco che sul contenuto di grasso sono risultate sempre sotto i limiti di legge previsti per i composti diossino-simili nella carne di pesce (8 pg TEQ/g pesce) in entrambi i siti. Tuttavia valori mediamente superiori di un fattore 2-3 sono stati osservati nei campioni provenienti dal sito 2 e le concentrazioni medie, espresse come Σ6NDL-PCB sono risultate pari a 196,29 e 460,94 ng/g di grasso rispettivamente per il sito 1 e 2 nell’inverno 2009 e 78,49 e 265,43 ng/g di grasso rispettivamente per il sito 1 e 2 nell’inverno 2010. E interessante osservare che tra i due siti esiste anche una differenza qualitativa di contaminazione, in quanto nel sito 1 sono maggiormente presenti PCB alti clorurati, mentre nel sito 2 i PCB bassi clorurati. L’attivita della GST epatica (riferita al solo campionamento 2010) e risultata significativamente (p<0.05) piu elevata nelle spigole provenienti dal sito 2, caratterizzate dalla presenza di una piu elevata concentrazione di NDL-PCB nel muscolo. Per chiarire l’apparente antitesi con i dati di letteratura che riportano una inibizione della GST al crescere della concentrazione dei PCB sono in corso studi per la valutazione quantitativa dell’enzima e della sua espressione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11567/392629
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact