Necessità della forma e necessità del dramma: il «Wozzeck» di Alban Berg