Prove di un io minore: lettura di Sbarbaro, "Pianissimo" 1914