Storia di Urke-Nachalnik, dalla yeshivà al carcere