Maria, i comprimari e la mediazione ballerina