Fabbriche e operai a Genova tra Grande Guerra e fascismo