Lamenti e grida. La rivoluzione impossibile della scrittura