La democrazia elettorale tra margine di apprezzamento degli stati e tutela dei diritti individuali