Alleati sostanziali. Grandi «astreignants» o la conversazione sovrana