Verso una rifroma del sistema sanzionatorio?