La proposta di lettura delle migrazioni da parte di A. Sayad come etnografia sociale fondata sulla critica della "scienza dell'immigrazione". L'emigrazione-immigrazione come "fatto sociale totale" e sempre prima come emigrazione e poi come immigrazione. La funzione specchio dell'immigrazione e l'emigrato-immigrato come "atopos". Una sociologia dell'emigrazione e dell'immigrazione fondata sul massimo rigore.

La doppia assenza. Dalle illusioni dell'emigrato alle sofferenze dell'immigrato

PALIDDA, SALVATORE
2002

Abstract

La proposta di lettura delle migrazioni da parte di A. Sayad come etnografia sociale fondata sulla critica della "scienza dell'immigrazione". L'emigrazione-immigrazione come "fatto sociale totale" e sempre prima come emigrazione e poi come immigrazione. La funzione specchio dell'immigrazione e l'emigrato-immigrato come "atopos". Una sociologia dell'emigrazione e dell'immigrazione fondata sul massimo rigore.
9788870787597
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11567/242761
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact