Cesare Di Negro-Carpani e l’epigrafia di Iulia Dertona