Alterità del testo ed esperienza ermeneutica in H.-G. Gadamer