L’induzione del meccanismo di riparazione del DNA riduce l’effetto letale degli antibiotici.